intelligenza-artificiale

Da Repubblica

intelligenza-artificialeL’INTELLIGENZA artificiale può salvare una vita. E’ accaduto a Tokyo, dove il supercomputer Watson ha risolto in dieci minuti un caso clinico che ha lasciato interdetti i medici dell’università per mesi, aiutando così a individuare la cura per una donna con una rara forma di leucemia. Il sistema di IBM ha impiegato 10 minuti per confrontare i cambiamenti genetici della paziente con un database di 20 milioni di pubblicazioni sulla ricerca sul cancro, offrendo una diagnosi accurata e suggerendo il trattamento.

Secondo quanto riportato dall’agenzia nipponica Efe News in base alla testimonianza di uno dei membri dello staff, alla donna, di sessant’anni, era stata diagnosticata una leucemia mieloide acuta (LMA) ma nessun trattamento era risultato efficace. I medici hanno allora chiesto l’aiuto di Watson, che attualmente viene ‘addestrato’ anche in alcuni centri oncologici Usa.

Continua a leggere su Repubblica.it

Comments are closed.